SPADONI&CANNONI

Free wargamers and Rules&Games


Non sei connesso Connettiti o registrati

La battagli di Megiddo (1479 a.C. ?) con Armati2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

In occasione della manifestazione VICENZA IN GIOCO (per maggiori informazioni cliccate su http://spadoniecannoni.forumattivo.it/t272-bivacco-a-vicenza#1180) che si terrà il 9 e 10 luglio pv all'interno dei saloni della Villa da Porto a Montoso Vicentino, riproporremo la battaglia in oggetto con regolamento ARMATI2 e miniature in 15mm.
Identificati gli eserciti:
- CANAANITE
H3; L5; BP2; Init.5 e
- NEW KINGDOM EGYPTIAN
H4; L4; BP2; Init.4
... verranno sucessivamente definiti anche gli army list storici!!!

Seguiranno inoltre alcuni cenni storici relativi al faraone Thutmose III e al contesto che portò alla battaglia e al sucessivo assedio di Megiddo (o dall'ebraico ARMAGEDDON)
Ma intanto permettetemi di inserire una splendida mappa a cura di Enrico Ricciardi, fotografata dal numero 20 di Dadi&Piombo che corredava un articolo sul faraone Thutmose III di Franco Verdoglia


ALCUNE CURIOSITA'
- Questa fu la prima battaglia ad essere registrata con dettagli considerati affidabili.
- Viene ricordato il bottino di guerra poiché rappresentava un segno di rango e di prestigio, soprattutto nel caso dei cavalli catturati, assai graditi perché ancora rari in Egitto.
- Gli interi sviluppi della battaglia sono narrati in un papiro trovato praticamente intatto sotto le sabbie dell'Egitto, opera probabilmente dello scriba personale di Tuthmose III.
- Dal nome di Meghiddo trae spunto il simbolismo apocalittico relativo ad Armageddon, dall'ebraico Har-Meghiddòhn letteralmente Monte di Megiddo.

Vedere il profilo dell'utente http://www.armatitalia.weebly.com
BATTAGLIA di MEGIDDO (XV secolo a.C.)
da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Data: attorno al 1470 a.C.
Luogo: Megiddo
Esito: L'Egitto riprende il controllo della Palestina
Schieramenti: Antico Egitto vs Canaan
Comandanti: Thutmose III vs Re di Kadesh
Effettivi: Egiziani tra i 10.000 e i 20.000 uomini vs Canaaiti poco meno numerosi degli egiziani
Perdite egiziane sconosciute, ma bassissime
Perdite canaaite: 83 morti - 340 catturati

La battaglia di Megiddo vide scontrarsi il faraone egizio Thutmose III, appartenente alla XVIII dinastia (Nuovo Regno) e una coalizione di 330 principi canaaniti guidati dal re di Kadesh.
La data potrebbe essere il 16 aprile 1457 a.C. (secondo la Cronologia di Mezzo), sebbene altri studi riportino la battaglia nel 1482 o nel 1479 a.C.
La battaglia venne vinta dagli egizi e le forze canaanite si rifugiarono nella città di Megiddo, che venne quindi assediata.
Ristabilendo il dominio egizio in Palestina, il faraone Thutmose III iniziò il periodo di massima espansione dell'Egitto.

THUTMOSE
Thutmose dovette dividere il suo regno con la regina Hatshepsut (moglie di Thutmose II) per quasi vent'anni.
Ella, più anziana, affidò a Thutmose III il comando delle truppe operanti alle frontiere orientali del Delta.
Il faraone seppe addestrare l'esercito per ogni strategia bellica e con esso riuscì a penetrare nella regione di Kadesh, per scontarsi con una coalizione guidata dal monarca del paese, da sovrani del popolo dei Mitanni (così furono chiamati gli Urriti conquistatori dell'Anatolia e della Siria settentrionale) ed altri della Palestina e della Siria.
La sua prima campagna militare, raggiungere la città-stato di Megiddo, poco lontano da Nazaret e porta della Mesopotamia, fu certamente la più celebre.

LE FONTI
Le fonti più generose da cui attingere notizie delle famose campagne siriane di Thutmose III si trovano in maggior numero a Karnak, la più dettagliata è nota come gli "Annali di Thutmose III", altre si trovano sulle pareti del corridoio intorno al sacrario del tempio di Amon ed altre ancora su due stele, la prima rinvenuta a Gabel Barkal nel tempio di Napata, l'altra a Ermontis a poca distanza da Tebe.

LE MOTIVAZIONI
Nel 1484 a.C., circa, la città fortezza di Kadesh, situata tra il Libano e la Siria a circa 160 km da Damasco, era il centro della coalizione anti-egiziana di molti principati siriani (330) che sotto il regno di Thutmose I erano diventati di dominazione egiziana e che ora mal sopportavano tale condizione di dipendenza politica.
Essi avevano già formato un esercito di grande potenza.
Anche se la posizione geografica di Kadesh era sicuramente favorevole, il suo sovrano preferì riunire questo esercito confederato nella città di Megiddo.
Thutmose III colse l'occasione della battaglia per emergere rispetto alla coreggente.
Egli si proponeva di ristabilire la supremazia egizia su tutto il territorio fenicio, palestinese e siriano.

L'AVVICINAMENTO
L'esercito egiziano attraversò il deserto, coprendo in dieci giorni i duecento Km che lo separava da Gaza, dopodiché si accinse a compiere la marcia conclusiva che li avrebbe portati alla catena montuosa oltre la quale si trovava Megiddo.
Giunto ad Aruna, il faraone dovette prendere una grave decisione riguardante la strada da percorrere con le sue armate, riunì così il consiglio di guerra.
I casi erano tre: le due vie laterali erano larghe e agevoli, la prima conduceva a Taanach e l'altra a Djefti ma avrebbero allungato di molto la distanza, mentre vi era la possibilità di una strada centrale, talmente stretta che il carro d'oro del faraone ci sarebbe appena passato, e per di più, nel caso di un'imboscata, le truppe, non avrebbero avuto via di scampo.
L'unico lato positivo era che percorrendo la strettoia, si sarebbero accorciate notevolmente le distanze.
Il re optò proprio per quest’ultima soluzione, nonostante il disappunto dei suoi generali, convinto che un attacco da quella direzione avrebbe colto il nemico di sorpresa.
Gli ufficiali dell'esercito Egizio cercarono ancora di dissuadere il faraone che allora prese questa decisione: non avrebbe costretto il suo esercito a seguirlo, coloro che avrebbero voluto sarebbero stati liberi di scegliere le altre due strade.
L'esercito, compatto, decise di seguire il suo sovrano e dopo tre giorni di riposo la marcia riprese.
I soldati, in fila indiana, percorsero la gola in dodici ore.
La scelta di Thutmose III si rivelò la più sicura e veloce, i nemici, infatti, si aspettavano un attacco dalle due strade laterali, Thutmose scorgendoli da lontano capì che tutto era andato secondo i suoi piani e quando giunse nei pressi del torrente Kina si fermò finché non giunse anche l'ultimo dei suoi soldati, costretti a marciare in fila e molto lentamente.
Quando l'esercito fu tutto riunito nella pianura, il re fece rifocillare e riposare gli uomini, l'attacco sarebbe stato rimandato di qualche giorno, la luna nuova avrebbe portato migliori auspici.

LA BATTAGLIA
Nel giorno della festività della Luna Nuova l'esercito si schierò per il combattimento: pur trovandosi di fronte forze immense, gli Egiziani riuscirono a mettere in fuga gli avversari che si rifugiarono dai propri accampamenti all'interno della città.
Anziché cogliere il momento favorevole, le truppe di Thutmose saccheggiarono il campo dei confederati rimasto abbandonato.
Iniziò l'assedio; gli egiziani scavarono un fossato intorno alle mura circondandolo con una palizzata: l'assedio durò tutta l'estate e l'inverno sino a dicembre quando Megiddo si arrese.
Furono fatti prigionieri circa cento principi ed alcune delle loro donne; solo il capo dell'insurrezione riuscì a fuggire.
L'esercito confederato però si era ormai disgregato.
I piccoli paesi della coalizione, disgiuntamente, non costituivano più alcun pericolo per la grande armata egizia e per il paese stesso.
« Allora sua maestà affronta i nemici alla testa del suo esercito.
E quando questi lo vedono risoluto verso di loro, scappano verso Megiddo, inciampando e cadendo con la testa a terra, col terrore sui volti, abbandonando cavalli, carri, oro e argento. Liberatisi di essi, usano le vesti per issarsi sulle mura di questa città, perché la popolazione aveva chiuso ogni porta.
Dopo, i soldati di Sua Maestà catturarono i loro cavalli e i loro carri d’oro e d’argento, ormai divenuti facile preda. »

Dalle campagne asiatiche di Thutmose III.

DOPO LA BATTAGLIA
Il faraone conquistò un ricco bottino ma non infierì contro i nemici catturati e la loro guarnigione, sfoggiando grande magnanimità: semplicemente li ammonì e dopo aver ottenuto da loro il solenne giuramento della loro fedeltà li lasciò tornare nelle loro città.
La politica militare di Thutmose, non era finalizzata allo sterminio e alla distruzione delle città nemiche, ma al controllo delle terre conquistate e ad allargare i confini del regno; per questo motivo i principi, (sottomessi) vennero condotti a Tebe in modo che potessero trascorrere un lungo periodo di vita "all'egiziana", in questo modo i suoi ospiti avevano l'opportunità di studiare alla scuola di corte ed il faraone il controllo suoi ostaggi che una volta terminati gli studi, avevano anche acquisito gli usi tebani ed imparato ad apprezzarne i costumi, quindi pronti, per essere riaccompagnati nella loro terra di origine.
Thutmose solitamente inviava i suoi ufficiali di fiducia nelle terre conquistate con il compito di perlustrarle per evitare nuovi tentativi di ribellione.

Vedere il profilo dell'utente http://www.armatitalia.weebly.com

3 Monster Game il Ven Giu 17, 2011 5:21 am

Ho dato un'occhiata alle army list inviatemi.........è semplicemente mostruoso, 300pt per esercito sono un confine che non ho mai immaginato possibile superare.
Spero di poter partecipare all'evento.

Vedere il profilo dell'utente
Buona Sera,

great shit, I will have no time! 300 Points! You will play on 3,20 x 1,5 m? Last year we had in mannheim a Renaissance-game with 500 points on 6m x2m and 4 players on every side.
Megiddo is one of the most interest battles. Thutmosis take all his chances and became one of the greates Pharaos. And the Canaanites? They lost more than the battle, they lost their freedom for the next 300 years.
Make pictures, please! And have fun!

Vedere il profilo dell'utente

- Hi Hunnwolf !

do you think it is better to increase the Control Ratings ?

Vedere il profilo dell'utente
Per completare l'army list Egiziani Nuovo Regno farao per la battaglia di Megiddo sono alla ricerca di:
8 basette carri leggeri (bows)
4 basette FT (spears/swords)
20 basette FT (bows)
6 basette LI (javelins)
10 basette SI (javelins)
18 basette SI (bows)

Chi può aiutarmi? scratch study scratch

Vedere il profilo dell'utente http://www.armatitalia.weebly.com
cari amici,
come alcuni di Voi già sanno, sabato 9 luglio 2011 presso la Villa da Porto a Montorso Vicentino (VI) proporremo la ricostruzione della battaglia di Megiddo. Impiegheremo:
miniature: 15mm
regolamento: ARMATI 2
eserciti: Egiziani vs Canaanei
army list: Core+bonus units da 318 punti affraid affraid
con la consueta formula multi giocatore.
Gruppo comando Egiziani: faraone farao e 2 generali (più sottoposti)
Gruppo comando Lega di Qadesh: re king e 2 alleati (più sottoposti)

Allo scopo, attualmente sono stati arruolati:
Luca, Stefano S. e il sottoscritto ... ... chi vuol essere della pugna?

RSVP

Vedere il profilo dell'utente http://www.armatitalia.weebly.com
Cari amici,
mancano poco meno di 4 giorni alla ricostruzione della battaglia di Megiddo … … ed è tutto oramai pronto!!!
Ecco l’elenco UFFICIALE E DEFINITIVO delle forze in campo:

CANAANITE
Army list BIBLICAL size A
(H6 - L10 - Init. 5 - BP 17)

Al comando di: Stefano S., Stefano M. e Stefano G.
king king king
2 unità di Carri medi
7 unità + 1 comando di Carri leggeri
8 unità + 2 comandi di Fanteria pesante
20 unità di Fanteria Pesante-Leggera
23 unità di Schermagliatori
Per complessive 63 unità (pari a 139 basette)

EGYPTIAN
Army List BIBLICAL size C
(H8 - L8 - Init. 4 - BP 17)

Al comando di: Luca S., John P. e Gianni R.
farao farao farao
3 unità + 1 comando di Carri medi
8 unità + 2 comandi di Carri leggeri
24 unità di fanteria pesante
13 unità di Schermagliatori
Per complessive 51 unità (pari a 147 basette)

Vi riporto alcuni consigli e/o raccomandazioni dell’amico Franco Verdoglia:
Per Megiddo disporrei:
- i cananei sulle colline con la città alle spalle, con schieramento nascosto agli egiziani a causa della delicata manovra di avvicinamento, che non ha permesso un'adeguata esplorazione.
- gli egizi di fronte (hanno già passato la strettoia), al limite devono ultimare lo schieramento lasciando al cananeo la "tentazione" di abbandonare le colline e tentare un attacco preventivo.

Privilegerei l'unità di comando egiziana rispetto al composito esercito cananeo.

La morte del faraone causa la sconfitta egizia.

I cananei potrebbero non avere un comandante generale, ma 3 unità-comando con regole particolari (ad esempio unità esperte, vedi regolamento), e la perdita di due di queste causa la sconfitta.
"

Al farao , al king di Qadesh e ai loro rispettivi comandanti/generali sono stati spediti via posta elettronica (ad indirizzo privato) gli Army list dettagliati ... buona lettura study study

Arrivederci a tutti a sabato 9/07 alle ore:
9:00 Casello A4 di Montebello V.no
9:15 Villa Porto a Montorso V.no
sunny sunny sunny sunny

Vedere il profilo dell'utente http://www.armatitalia.weebly.com
Pubblicato sul sito web ARMATI-italia il battle report e le immagini della battaglia di Megiddo.

farao versus king

Per maggiori informazioni, cliccate su:
http://armatitalia.weebly.com/1479-bc---megiddo.html

Vedere il profilo dell'utente http://www.armatitalia.weebly.com

10 .................. il Mer Lug 13, 2011 4:40 pm

Bella e mostruosa......cosa mi son perso, spero verrà rigiocata al cospetto del Faraone farao Giglihotep I° farao .....il quale esige la tovaglia coi fiorellini ovviamente farao .

Vedere il profilo dell'utente
... miiiiiiiiii se ti legge la mia queen

che gli confondi il copridivano con una semplice tovaglia a fiorellini ...

ti geek

Vedere il profilo dell'utente http://www.armatitalia.weebly.com
-

Vedere il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum