SPADONI&CANNONI

Free wargamers and Rules&Games


Non sei connesso Connettiti o registrati

sostegno

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 sostegno il Lun Lug 11, 2011 3:21 pm

pronto a dare il sostegno necessario a chi avesse domande sull'utilizzo di Avancarika (oppure su come procurarsene una copia a chi ancora non la possiede).
Dunque lor signori hanno l'autore del gioco a disposizione per qualsivoglia richiesta.

Vedi il profilo dell'utente

2 Re: sostegno il Lun Lug 11, 2011 7:16 pm

Tanto per cominciare potresti indicarci a spanne il funzionamento giusto per stuzzicare la nostra curiosità???
Come nasce, quale l'ispirazione e la sua storia ?
Hai un link da postare dove attingere info?

Vedi il profilo dell'utente

3 Re: sostegno il Mar Lug 12, 2011 12:47 pm

GIUSTO!!!!
Il Giglio ha ragione Cool Cool
Scrivi, scrivi scrivi ... ... bom

Vedi il profilo dell'utente http://www.armatitalia.weebly.com

4 Re: sostegno il Mar Lug 26, 2011 9:25 am

beh... il tutto è ben spiegato sull'ultimo numero di dadi e piombo nell'intervista, inoltre c'è la pagina di facebook Miniatur Attak! ma posso aggiungere il seguente "comunicato stampa":

Esistono due tipi di wargame: lo STORICO, che appassiona maschi adulti intorno ai 40 anni, ed il FANTASY che appassiona i ragazzini.
Fondamentalmente si tratta dello stesso hobby, ma si diversifica soprattutto per l’approccio, l’immagine ed il linguaggio.
Il tipo storico è fondato su fatti realmente accaduti ed è dominato da tabelle che riportano dati su dati, il fantasy, pur avendo dati e tabelle, ha un modo di riportare le stesse, molto più personalizzato, fantasioso ed intuitivo, ma con tante “licenze poetiche”.

Partendo dal presupposto che la storia, è avvincente e fantastica tanto quanto il fantasy con l’aggiunta dell’ingrediente “verità” che la rende impagabile, Massimo Bavieri l’autore del gioco ad un certo punto si è chiesto: “Ma com’è che i ragazzi preferiscono immedesimarsi in personaggi inventati, invece che capire ed immaginare il trisnonno che ha fatto l’Italia?”
La risposta è stata semplice: LINGUAGGIO!
Miniatur Attak! Dunque si pone l’obiettivo di divenire la risposta “storica” ai regolamenti della Game Workshop.

C’è da dire che il background dell’autore (oltre alla passione per storia e soldatini) è di tutto rispetto, soprattutto per quanto riguarda il mondo dell’infanzia e della comunicazione (ex direttore di una rivista nazionale, maestro sportivo, animatore di eventi, re-enactor, pubblicitario e fumettista… insomma un mix esplosivo di competenze che ha dato vita a questo rivoluzionario sistema di gioco).

La sfida è stata: proporre un tema complesso come il periodo napoleonico verso un pubblico di ragazzini. Sfida vinta di prepotenza, come dimostrato dal successo ottenuto dalla tournée di animazione e dimostrazioni fatta con questo gioco per fiere e manifestazioni di paese.

Difatti lo slogan che accompagna la promozione di questo nuovo sistema di wargame è: “Gioca a soldatini con tuo figlio!”
D’altronde non è questa una grandissima aspirazione di ogni soldatinaro che sia nel contempo anche padre? Certamente l’alternativa è che il padre si presti a giocare con orchi e vampiri, ma non crediamo sia la via preferita, non ora che c’è Avancarika.

“Avancarika” è il nome del regolamento specifico per il periodo storico Napoleonico (e coi moschetti in genere) che utilizza il sistema di gioco “Miniatur Attak!” (che in progetti futuribili si estenderà anche ad altri periodi storici).
Come funziona Avancarika?
Per cominciare è un gioco a “carciofo” ovvero parte semplice da zero a spiegare le cose, non dando nulla per scontato o già acquisito dal lettore, per poi mano a mano “sfogliandolo” farsi sempre più complesso.
Poi il linguaggio è molto divulgativo, giovane e utilizza accostamenti con la vita reale (per spiegare certe dinamiche di una battaglia, si prendono ad esempio situazioni della vita moderna come lo sport o la scuola dell’obbligo, con paragoni molto efficaci).
Altro punto di forza del sistema è stato liberarsi dei “fardelli matematci”: Con orgoglio in copertina uno slogan cita “dadi numerici free”. Probabilmente infatti questo è l’unico wargame al mondo che non utilizza i dadi numerici, liberando il giocatore dai calcoli mentali e dalle tabelle.
Al posto dei dadi numerici vi sono dei dadi colorati con simboli e icone, mille volte più intuitive, mille volte più facili e veloci da usare.
Per la prova morale o i tiri di cannone si usa una girandola con un disco a spicchi colorati che riportano dati, ancora più veloci da applicare alla partita.
In poche parole il manuale di gioco, una volta letto (4 anni per scriverlo ma solo un paio d’ore per leggerlo), diventa superfluo consultarlo, perché sono gli “strumenti di gioco” a darci le informazioni sul corso della “mini battaglia” e non le tabelle (che peraltro non ci sono) in esso riportato.

L’autore con i suoi consulenti e collaboratori, le ha studiate tutte, per raggiungere una priorità ben fissata fin dall’inizio: rendere superfluo il manuale!
Un po’ come il bravo genitore che cresce il figlio in modo che esso ben presto non abbia più bisogno di lui… ci vuole vero amore per arrivare a ciò.
La giocabilità ne guadagna moltissimo. Diventa anche molto più facile spiegare il gioco ad un nuovo giocatore (anche se bambino) … Facciamo l’esempio che venga a trovarvi un amico, che non è come voi appassionato di storia, il quale vede il tavolo imbandito con le miniature e chiede: “ma come si gioca?” Vi è mai successo? E vi è mai successo di non sapere da dove cominciare? Con Miniatur Attak! Gli si può dire di sedersi e cominciare a provare a muovere un reggimento e fare un piccolo scontro… e giocare subito! Provate a farlo con un regolamento napoleonico “classico” se ne siete capaci…
A maggior ragione, questo gioco è ottimo per iniziare quei soldatinari che, pur essendo esperti di pittura e collezionismo non hanno mai avuto un rapporto dinamico coi propri soldatini, cosa che invece un wargame di questo genere è in grado di dare: i soldatini prendono vita, si muovono e compiono gesta eroiche… oppure figure barbine, dipende: giocare per credere!

Vedi il profilo dell'utente

5 Re: sostegno il Mar Lug 26, 2011 9:38 am

- altrettanto efficace e persuasiva la tua presentazione !

- potresti magari mandare anche foto dei vostri tavoli e metterci qualche link? (mi sembra di avervi visto a Verona )

- ( e , se posso suggerire, fai anche un riassuntino in inglese )

Vedi il profilo dell'utente

6 Re: sostegno il Mar Lug 26, 2011 9:55 am

per l'inglese è un po una rogna... tradurre un libro di 80 pagine, non è cosa semplice e soprattutto occorre avere una dimestichezza con la lingua che è di molto superiore al mio livello di sopravvivenza.

foto e quant'altro (presto sarà pronto addirittura un video) sono sulla pagina ufficiale MINIATUR ATTAK! e sul profilo AVANCARIKA MINIATURATTAK di Facebook.

Vedi il profilo dell'utente

7 Re: sostegno il Mar Lug 26, 2011 10:20 am


- no, dicevo fai un riassuntino del post che hai mandato: abbiamo anche ospiti stranieri sul forum e un paio di righe su questo nuovo reg. italiano potrebbe aiutare.

- aiutati con il traduttore di Google: dovrai correggere anche lui ma alla fine te la puoi cavare.

Vedi il profilo dell'utente

8 Re: sostegno il Sab Lug 30, 2011 9:30 am


- ho trovato questa immagine di un tavolo di Avakarica: la battle di Waterloo



Battaglia di Waterloo. Giocata su un tavolo 160x160cm con centinaia di soldatini.
I fatti salienti della battaglia, come anche i singoli episodi, su questo tavolo si sono puntualmente ripresentati, ad incredibile dimostrazione di quanto il gioco sia attendibile ai fini della riproduzione storica dei fatti, nonostante l'estrema giocabilità.
provare per credere.

Vedi il profilo dell'utente

9 Re: sostegno il Sab Lug 30, 2011 10:25 am

me lo ricordo quel tavolo Smile
una battaglia durata giorni e giorni hehehehe
in questi giorni invece sono impegnato a San Benedetto di Lugana fino all'8 agosto quasi tutte le sere, per far giocare la gente alla festa patronale con il tema del risorgimento 150esimo. Abbiamo iniziato ieri con le 5 giornate di Milano.
proprio come la storia vera al 5° turno di gioco (5° giorno) gli austriaci se ne sono scappati dalla città per non cadere tutti prigionieri dei milanesi.

capita in effetti di stravolgere la storia, ma molto piu spesso accade che i fatti si ripetono come da copione, e questo mi soddisfa parecchio perchè dimostra che Avancarika funziona!

Vedi il profilo dell'utente

10 Re: sostegno il Sab Lug 30, 2011 10:39 am



- buon divertimento e manda foto ! cyclops

Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum