SPADONI&CANNONI

Free wargamers and Rules&Games


Non sei connesso Connettiti o registrati

Errore, caro amico mio...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Errore, caro amico mio... il Gio Dic 29, 2011 5:52 pm

Rispondere al post "Ripiegamento delle unità sconfitte" mi ha suggerito un argomento che mi è particolarmente caro, ossia l'errore nel Wargame.

Nei miei anni da wargamer ho sempre notato un certo sbeffeggio verso i miei colleghi wargamer da parte di coloro che non conoscono la materia, ma a volte anche dagli stessi addetti ai lavori.
Ha vinto la partita perchè ha avuto cu...lo scratch . E' il campione italiano dei pupazzetti jocolor . Cosa fa quello, gioca coi soldatini alla sua età geek ?!

Conosco gente addirittura che si vergogna a dire in giro qual è il suo hobby. Va bene, sono d'accordo sul non prendersi troppo seriamente, ma qui veniamo messi, anzi spesso ci mettiamo da soli, ad una perenne gogna psicologica.

Tralasciando il fatto che secondo me è meglio giocare con i pupazzetti che andare allo stadio a spaccare teste, perchè dobbiamo ritenerci hobbysti di serie B?
Se ad esempio alle stesse persone che ci dileggiano gli chiediamo un'opinione sugli scacchi, allora la cosa cambia. Ehhh, beh quello è un gioco serio... difficile... lì, micca si usano i dadi, non è micca una questione di fortuna.

A parte che la fortuna non si può accendere e spegnere come un interruttore e agisce in modo imperscrutabile in qualsiasi azione umana, negli scacchi, come nello sport, come nel lavoro, nell'amore e via dicendo, la misura dell'abilità di una persona andrebbe valutata su altre basi.

L'abilità, a prescindere dall'arte in cui uno si cimenta, sta nel compiere il minore numero di errori. Ciò non significa che uno deve lanciare meglio il dado, ma significa porsi nelle condizioni migliori per ottenere l'obbiettivo.

L'errore però per essere considerato tale deve essere oggettivo. Se ogni nostra decisione risultasse equivalente, ciò significherebbe che le scelte del giocatore sarebbero del tutto ininfluenti sulle sorti della battaglia e questo ridurrebbe il gioco ad un tiro di dadi e allora si che avrebbero ragione. Se invece il regolamento vi permette di individuare decisioni migliori di altre, allora il wargame diventa anche un esercizio intellettuale con tutta la sua dignità e il rispetto ad esso dovuto.

Maggiori saranno le possibilità di errore, maggiori saranno le scelte da poter operare e maggiore sarà il margine di crescita delle persone che vi giocano.

Detto questo non c'è nulla di male nello staccare la spina al cervello e urlare: "Alla carica miei prodi! E poi succeda quel che succeda".
Peggio sarebbe se questa fosse l'unica chiave d'uso del wargame. Mi auguro di aver concesso ai giocatori di Anticamente una piacevole scelta

Vedi il profilo dell'utente

2 Re: Errore, caro amico mio... il Gio Dic 29, 2011 6:07 pm

Caro Fabio,
MAI mi sono vergognato della mia passione!!! Evil or Very Mad

Anzi piuttosto fieramente dico ai + che il mio hobby preferito è la ricostruzione di scenari/battaglie storiche con miniature/soldatini ... ... affraid

Non dobbiamo assolutamente partire dal preconcetto di essere giocatori di serie A o B ... ... ma semplicemente degli appassionati di storia e di tutto quello che ne consegue. study scratch study

Ma al nostro stesso "interno" bisognerebbe anche smetterla di definirci!!! No No No
I modellisti Gran Signori, king
i giocatori di tornei Gli agonisti jocolor
e i ricostruttori Gli storici study

A tal proposito mi ritornano in mente le parole del GUERRIERO pirat con i suoi pupazzetti ... ... e ricordiamoci che è e resta una passione!!!

Vedi il profilo dell'utente http://www.armatitalia.weebly.com

3 Re: Errore, caro amico mio... il Gio Dic 29, 2011 8:13 pm

Onestamente mi trovo imbarazzato nel raccontare del mio hobby a persone che frequento , è scontata la reazione da parte loro..... forse perchè non riesco a dare spessore o a dare colore alla cosa, invece preferisco direttamente far vedere quello che faccio perchè la reazione cambia drasticamente passando dal "ancora giochi a soldatini" al "ma che bella passione".

Vedi il profilo dell'utente

4 Re: Errore, caro amico mio... il Gio Dic 29, 2011 9:34 pm

- siete imbarazzati voi ??

- allora mettete in imbarazzo gli altri dicendo Idea Idea : gioco allo KRIEGSSPIEL e vedrete che il buon vecchio tedesco funziona sempre.... Twisted Evil Twisted Evil

Vedi il profilo dell'utente

5 Re: Errore, caro amico mio... il Ven Dic 30, 2011 10:40 am

se devo dire la mia quando racconto in giro che gioco a soldatini i piu' sorridono e inizialmente mi fanno la battutina ma io incalzo e descrivo quello che faccio e come gioco e le battutine diventano domande di curiosità e piu' di qualcuno mi chiede di venire a vedere una partita e quando vengono rimangono favorevolmente colpiti... mi chiedono attenti il regolamento... lo giocano.... e piu' di qualcuno si appassiona
w i soldatini Laughing Laughing Laughing

Vedi il profilo dell'utente

6 Re: Errore, caro amico mio... il Sab Dic 31, 2011 8:57 am

Direi che l'idea che gli altri hanno di noi è quella che è. Alcuni a volte la cambiano e diventano parte di noi, altri... no Sad

Ciò che è importante è l'idea che noi abbiamo di noi stessi

Il fatto di dividerci in categorie non è una cosa sbagliata se l'affermazione avviene in prima persona, se invece è espressa in terza persona la cosa cambia. In pratica io posso sentirmi più modellista, o giocatore, o storico ecc.. ma mi piace di meno quando sono gli altri a dirmi: "ah, ma allora tu sei un..." Suspect

Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum