SPADONI&CANNONI

Free wargamers and Rules&Games


Non sei connesso Connettiti o registrati

ABBIATI WARGAMES RISPONDE AL CORSO DI MODELLISMO PRATICO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

chiunque abbia necessità di domande potete farle e vi risponderò con piacere
Abbiati Wargames

Vedere il profilo dell'utente
La mia domanda è abbastanza semplice...io adoro la ww2 in 1/72 ma nel dipingere le miniature spesso mi scontro con pareri contrastanti sul dare o no il fondo di primer...sinceramente sulle miniature in plastica mi sembra d'obbligo su quelle in metallo un pò meno.
Ma vengo alla domanda: principalmente io preferisco dare il primer bianco ma molti mi dicono che preferiscono il nero, perchè?
Quelli che danno il nero ho notato che poi lumeggiano la miniatura pitturando l'interno e lasciando il contorno nero....non è più faticoso?
Esistono altre tecniche?
Normalmente io faccio:
- primer bianco
- colori base
- piccolo passaggio su parti più esposte con pennello asciutto schiarendo il colore precedente
- un pò di dipping....che non fa mai male in quanto protegge anche la miniatura
- opacizzante (secondo voi quale è il migliore???)
- basetta

In attesa di avere un riscontro ringrazio fin d'ora anche per il corso di modellismo....lo seguo su youtube molto volentieri, chissa che non facciate anche la pittura delle miniature.

Vedere il profilo dell'utente
il tuo metodo di pittura va benissimo.
il nero come primer ti aiuta di più a profilare la miniatura e le ombreggiature.
Il bianco è più ostico e richiede più passaggi.
Noi usiamo il nero per il 90% delle miniature.
il bianco lo usiamo solo se il colore della miniatura deve essere chiaro, vedi un blader romano con tunica bianca

il primer è importante su tutte le miniature, indipendentemente dal materiale della miniatura, ti preserva il colore nel tempo.
senza primer con il tempo potrebbero succedere distacci di colore.

per le miniature in plastica è importante il lavoggio con acqua e detersivo per eliminare l'unto del processo di fabbricazione,
se non le lavi e togli l'unto con il tempo il colore si distacca.

Sono previste puntate sulla pittura miniature, ma non so se saranno inserite nella prima stagioen o nella seconda, che tratterà argomenti mirati e più in dettaglio

Vedere il profilo dell'utente
non esiste la tecnica perfetta, ma la propria tecnica di pittura.
quello che è congeniale per te per altri potrebbe non andare bene.
Lo stesso succede nell'arte.
ogni pittore mette a punto la propria tecnica per dipinge.
RICORDA
il miglior risultato lo si ha quando chi guarda la tua miniature dirà: questa è stata dipinta da XXX.
Vuol dire che hai acquisito la tua tecnica che si differenza dalle altre, ma per arrivare a questo bisogna lavorare molto, applicarsi costantemente.
Osserva e segui le tecniche altrui, provale e quelle che ti vanno bene adottale.
Ma è importante che si arrivi alla propria tecnica. cheers

Non bisogna mai smettere di inventare e provare tecniche.
esempio
noi dipingiamo molto i 54mm e per le sfumature usiamo la tecnica dell'olio.
E' una bellissima tecnica,ti permette sfumature bellissime.....ma i tempi di asciugatura sono biblici.
Con il tempo abbiamo messo a punto dei prodotti che ci permettono di dipingere con questa tecnica ma con asciugatura veloce, 5/6 ore massimo.
Questo ci ha permesso di dipingere anche i 28mm con questa tecnica, cosa impensabile fino ad alcuni mesi fa.

Per dipingere bene bisogna ricordarsi
1) PENNELLI
ne bastano due, uno zero ed un uno......ma devono essere ottimi e di pelo naturale, zibellino o martora.
Vero che sono costosissimi.....ma ti ripagano, non perdono mai la punta, ed è la punta sempre perfetta che ti fa dipingere bene
i pennelli sintetici vanno bene solo per il pennello asciutto, non per dipingere la miniatura
2) COLORI
fortunatamente gli attuali acrilici sono buoni.
Però è importante conoscere bene la loro diluizione.
Una diluizione sbagliata fa dipingere male.
Il colore deve essere coprente e fluido.
A fine settembre inizieremo la commercializzazione dei nostri acrilici,messi a punto per il mercato delle belle arti.
Al momento li stanno usando i miniaturinisti, dipingendo cammei ed unghie.
La loro caratteristica è il forte potere coprente e l'elevata fluidità, ideali per dipingere dettagli piccoli.
3) LUCE DI LAVORO
deve essere bianca, senza predominanze blu o gialle.
Le attuali lampade a basso consumo hanno queste caratteristiche.
Sulla confezione è riportato il grado di bianco, bisogna prende quelle con scritto bianco giorno
4)PRIMER
deve essere buono ed opaco.
il lucido fa scivolare via il colore.
L'opaco aiuta la presa del colore
5)VERNICE FINALE PROTETTIVA
le abbiamo provate tutte ed attualmente abbiamo trovato finalmente quella che per noi è ottimale,
sia per qualità che per prezzo.
E' della SOLTECNO, costa 5 euro ed è molto fine, quindi non copre i dettagli, resistente,
quindi protegge bene e molto opaca.
Non è facile da trovare, noi però la vendiamo, in quanto la Soltecno è nostro fornitore di vernici spray.

Vedere il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum